Chi siamoLaREA FVGGoriziaPordenoneTriesteVisionario
Mediatecambiente.it

All posts in news

_FMF6651

Il 23 settembre a Modena, nell’ambito della domenica ecologia promossa dal Comune di Modena in collaborazione con Legambiente, FIAB e il progetto Liberiamo L’aria, verrà proiettato il documentario Binari prodotto dall’ARPA FVG LaREA in collaborazione con la mediateca La Cappella Underground di Trieste.
Nel documentario, dedicato alla mobilità dolce, una delle storie si svolge proprio in Emilia Romagna, precisamente lungo la tratta Modena – Reggio Emilia 46 km che Katia Mazzoni percorre ogni giorno andare al lavoro e racconta dal 2011 nel suo blog.

L’evento che si svolgerà all’Aula Storica dell’Orto Botanico (entrata Parco Ducale Estense ex Giardini Pubblici di Modena) prevede due proiezioni (alle 16.00 e alle 17.30) e l’incontro con Paolo Fedrigo (Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale dell’ARPA FVG, autore del documentario) e il regista Diego Cenetiempo.


Ogni minuto finisce in mare un camion di spazzatura. Ma da dove arrivano tutti questi rifiuti?
Sicuramente incidono le attività portuali e di navigazione, la pesca, il turismo ma anche i piccoli rifiuti che partono da molto lontano o semplicemente da casa nostra e dal centro città, possono fare la differenza.
MICRO vi racconta l’incredibile viaggio che compiono tre rifiuti fino ad arrivare al mare.


Si sta svolgendo in queste settimane la selezione dei nuovi film che verranno proiettati in Friuli Venezia Giulia nei prossimi eventi. In particolare, stiamo visionando i film presentati all’ultimo Festival Cinemambiente di Torino: Do you Trust this Computer?, l’ultimo documentario di Chris Paine sull’intelligenza artificiale, Anote’s Ark di Matthieu Rytz sullo Stato di Kiribati, arcipelago del Pacifico centrale che rischia di essere ingoiato dal mare a causa del climate change, Blue di Karina Holden dedicato all’oceano, The green lie di Warner Boote sul greenwashing, senza dimenticare Genesis 2.0 di Christian Frei, vincitore del Premio Speciale della Giuria al Sundance Film Festival 2018.


CINEMAMBIENTE MEDIA

Nella prossima edizione del Festival Cinemambiente, una delle più importanti realtà sulla cinematografia ambientale, che si svolgerà a Torino dal 31 maggio al 5 giugno, parteciperà anche Mediatecambiente.

In particolare, il 4 giugno alle ore 19.30 al Cinema Massimo di Torino, verrà presentato BINARI, l’ultimo documentario sulla mobilità sostenibile, realizzato con la mediateca di Trieste – La Cappella Underground, che è stato selezionato nella categoria documentari italiani.

Inoltre, il 5 giugno alle 9.30 all’Auditorium Quazza – Palazzo Nuovo, ARPA FVG – LaREA presenterà il progetto Mediatecambiente, con particolare attenzione all’attività di produzione video nelle scuole, nell’ambito del Convegno Scuola Cinema e Ambiente, dove saranno presenti varie realtà che nel panorama italiano si occupano di audiovisivo e tematiche ambientali.


MA

Nella prossima edizione del Festival Cinemambiente, una delle più importanti realtà sulla cinematografia ambientale, che si svolgerà a Torino dal 31 maggio al 5 giugno, sarà presente anche il progetto Mediatecambiente. In particolare verranno proiettati dieci spot video prodotti in questi anni con le scuole superiori del Friuli Venezia Giulia che saranno presentati nella sezione Cinemambiente Junior. Nelle giornate del Festival verrà anche presentato Binari, l’ultimo documentario sulla mobilità sostenibile, realizzato in collaborazione con La Cappella Underground, che è stato selezionato nella categoria documentari italiani.


Mercoledì 18 aprile alle ore 20.30 al cinema Ariston di Trieste, verrà presentato il documentario Binari, un progetto di ARPA FVG LaREA realizzato in collaborazione con la mediateca La Cappella Underground di Trieste.
In Binari tre storie si intrecciano, diventando un unico racconto. Katia è una pendolante e percorre ogni giorno in treno 46 Km per andare al lavoro. Pendolare per lei significa incontrare persone, ascoltare storie, leggere, incrociare sguardi e racconti, raccogliere immagini del paesaggio che solo il treno sa regalare. Per questo dal 2011 gestisce un blog che racconta la sua esperienza di pendolante.
Emilio è un insegnante, scrittore e cicloviaggiatore. Ha deciso di percorrere per la prima volta la Parenzana un’antica tratta oggi riconvertita in una delle pista ciclabili più famose e affascinanti d’Europa. Avrà così l’occasione di scoprire le terre che hanno dato i natali a sua nonna.
Michele vive e lavora a Venezia. I treni sono il suo lavoro e la sua passione. Ogni fine settimana ritorna nel suo paese originario, Solimbergo (PN), dove ha ancora la casa della famiglia. Qui ha deciso di realizzare il suo sogno: costruire un Parco Ferroviario.

Un documentario che parla di abbandono e recupero di linee ferroviarie, del treno ieri e oggi, di bici, di paesaggi e storie da valorizzare.


Ecco l’ultimo spot della campagna Usare ma non farsi usare dedicata all’inquinamento elettromagnetico e al corretto utilizzo degli strumenti cellulari. I ragazzi della 2C dell’ITI Marconi di Staranzano hanno trovato ancora un altro modo per parlare della dipendenza da utilizzo degli smartphone, questa volta attraverso la bicicletta!


Come raccontare al grande pubblico che anche un “piccolo rifiuto”, come un mozzicone di sigaretta, se gettato a terra prima o poi crea un danno per tutti? Ci hanno pensato i ragazzi della 2 LSAC dell’I.S.I.S A. Malignani di Udine nel laboratorio audiovisivo promosso dalla mediateca Mario Quargnolo di Udine.


Arriva in Friuli Venezia Giulia I’m in love with my car l’ultimo documentario dei registi Michele Rossi e Alessandro Mellara, un viaggio che attraverso i cinque sensi, accompagna il pubblico in una riflessione su un modello sociale, e di mobilità, ancora fondato sull’automobile. Il documentario sarà proiettato il 23 gennaio alle 20.30 al Cinema Ariston di Trieste, il 24 gennaio alle 20.30 al cinema Visionario di Udine e il 25 gennaio alle 20.45 al Cinemazero di Pordenone. Nella stessa serata verranno presentati dei prodotti audiovisivi sul tema della mobilità sostenibile realizzati da studenti delle scuole superiori nell’ambito di laboratori promossi da Mediatecambiente.


Si sono da poco conclusi i laboratori audiovisivi su tematiche ambientali realizzati in collaborazione con le mediateche del Friuli Venezia Giulia. Ecco lo spot video sulla mobilità sostenibile in ambito urbano realizzato dalla classe IV A dell’Istituto Carducci – Dante di Trieste in collaborazione con la mediateca La Cappella Underground di Trieste, un divertente non sense per rivedere il nostro modo di utilizzare la macchina.