Chi siamoLaREA FVGGoriziaPordenoneTriesteVisionario
Mediatecambiente.it

All posts tagged scuole medie

DaudaDauda e la miniera d’oro
[Burkina Faso/Italia, 2001, 17’]
Rasò Ganemtorè

Dauda ha dodici anni e fa parte di una squadra di ragazzi costretti a cercare l’oro in una miniera. Quando l’orrore quotidiano è terminato, si allontana dai suoi compagni, sfiniti dalla fatica, per inoltrarsi nella savana. Soltanto al calar del sole, Dauda, con il cuore finalmente leggero, potrà sognare un luogo incantato dove il buio non esiste.

Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


600full-food-savers-posterFood Savers
[Germania, 2013, 44’]
Valentin Thurn

In un mondo, come quello occidentale, in cui lo spreco di risorse è un’emergenza sempre più attuale, c’è chi combatte la propria battaglia per recuperare quella considerazione del cibo andata via via scomparendo, sono i Food Savers, i risparmiatori di cibo. Agricoltori, direttori di supermercati, cuochi o semplici casalinghe sono i protagonisti del nuovo documentario del regista tedesco Valentin Thurn che dopo Taste the Waste, torna a interrogarsi su un tema centrale del dibattito ambientale contemporaneo come quello dello spreco alimentare.

Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


light-bulbconspiracydocu_poster_492_709The light bulb conspiracy
[Spagna/Francia, 2010, 75’]
Cosima Dannoritzer

Esiste realmente un lampadina che dura per sempre? E perché si preferisce
eliminare un computer o un telefono cellulare che non funziona piuttosto che ripararlo? La risposta a entrambi i quesiti è da ricercarsi nella scadenza pianificata, una strategia aziendale che garantisce un consumo sempre crescente. Grazie a rari filmati d’archivio e documenti del tutto inediti, si traccia così la storia di questa logica
di mercato teorizzata negli anni Venti, dal pesante impatto
ambientale.
Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


Flyer_Edward_Burtynsky_Watermark_Arthouse_Le_Paris_130614Watermark
[Canada, 2013, 92’]
Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky

Dopo Manufactured Landscapes, il fotografo canadese Edward Burtynsky e la documentarista Jennifer Baichwal si ritrovano in Watermark per esplorare
la relazione fra l’uomo e l’acqua “immergendo” lo spettatore, in una delle più straordinarie meraviglie della natura. Un viaggio sensoriale per scoprire l’acqua nei luoghi più diversi del pianeta.
Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


Chasing Ice
[USA, 2012, 74’]
Jeff Orlowski

È la storia di un’avventura, quella del fotografo James Balog che nel 2005 venne incaricato dal National Geographic di costruire un servizio sul climate change. Balog partì così per la più dura spedizione della sua vita: l’Extreme Ice Survey. Con un gruppo di giovani coraggiosi decise di raggiungere i posti più selvaggi e impervi dove lasciare delle macchine fotografiche e raccogliere per mesi immagini dello scioglimento dei ghiacci. Grazie alla tecnica di montaggio time-lapse, Balog riuscì a creare dei video che in pochi secondi racchiudevano anni di sacrificio e un’avventura senza precedenti. Un documentario che attraverso la bellezza delle immagini è capace di parlare in modo affascinante della scomparsa dei ghiacci e dei cambiamenti climatici in corso.
Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


God save the green
[Italia, 2013, 75’]
Michele Mellara, Alessandro Rossi

Dall’ultimo giardino in uno dei più popolati quartieri di Casablaca in Marocco alle coltivazioni idroponiche gestite da un gruppo di donne a Teresina in Brasile, dagli orti comunitari a Berlino alle coltivazioni all’interno di sacchi nella bidonville di Nairobi in Kenya, fino ai giardini pensili a Torino e Bologna. Un mosaico di storie per raccontare un mondo che sta riscoprendo l’importanza del verde urbano e il bisogno degli uomini di immergere le mani nelle zolle di terra ritrovando così un rapporto autentico con la natura.
Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


Home
[Francia, 2009, 120’]
Yann Arthus-Bertrand

Un viaggio attraverso immagini aeree di una bellezza straordinaria, per scoprire la ricchezza e la fragilità del nostro pianeta e allo stesso tempo riflettere su quello che potremmo fare per limitare il nostro impatto ambientale. Dall’Amazzonia a Dubai, passando per Tokyo, Las Vegas, New York fino all’Antartide, Polo Nord, Africa e tante altre realtà a confronto. Il documentario Home, prodotto da Luc Besson, è stato realizzato in occasione dell’Earth Day 2009, quando è stato proiettato contemporaneamente nelle sale cinematografiche di cinquanta paesi diversi. Un’esperienza sensoriale da non perdere, un film dove a parlare sono le immagini.
Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


Lorax, il guardiano della foresta
[USA, 2012, 86’]
Chris Renaud, Kyle Balda.

Ted è ragazzo cresciuto in una cittadina in cui tutto è finto e fatto di plastica e la vegetazione non esiste. La vita scorre tranquilla e nessuno sente la mancanza del verde, tranne la ragazza di cui Ted è perdutamente innamorato. Lui farà di tutto per regalarle un albero vero e proprio ma a mettergli i bastoni fra le ruote è il magnate locale, lo spietato industriale che rifornisce la città di ossigeno in bottiglia e che non vuole in nessun modo far ritorno agli alberi veri e alla fotosintesi clorofilliana.
Consigliato per: scuole elementari, medie


More than honey
[Svizzera, Germania, Austria, 2012, 90′]
Markus Imhoof

Le api stanno scomparendo? Perché sono tanto importanti per il pianeta e per l’uomo? Ruota attorno a questi interrogativi il documentario del regista svizzero Markus Imhoof. Costruito su cinque anni di viaggi e ricerche, More tha Honey mostra apicoltori e ricercatori di tutto il mondo che hanno a che fare, in un modo o nell’altro, con le api e con il problema della moria di questi insetti. Il documentario si concentra sul mondo del miele e mette a confronto la lavorazione tradizionale delle arnie tra le montagne della Svizzera e dell’Austria, con quella del sistema industriale degli USA. Imhoof parla del fenomeno Colony Collapse Disorder, ovvero lo svuotamento degli alveari che ha colpito da vicino anche la sua Svizzera con percentuali di mortalità attorno al 70%. Tra le cause si parla dell’utilizzo di pesticidi, di malattie come l’acaro Varroa ma anche del problema della consanguineità delle api, di cui si discute ancora troppo poco.
Consigliato per: scuole medie, superiori, pubblico


A crude awakening – the oil crash
[Svizzera, 2006, 85’]
Basil Gelpke, Ray McCormack

Agli inizi del ventesimo secolo si credeva che con l’oro nero l’uomo avesse definitivamente coperto il proprio fabbisogno energetico. Oggi i fatti dimostrano che la situazione è ben diversa… il petrolio non è infinito e bisogna trovare delle valide alternative capaci di assicurare stabilità sociale ed economica a ridotto impatto ambientale.
A crude awakening – the oil crash, film-documentario realizzato dal giornalista zurighese Basil Gelpke insieme al produttore e regista Ray McCormack, pur proponendo una visione inquietante del nostro futuro, intravede e suggerisce una possibile soluzione: uno stile di vita più sobrio, basato sull’eco-sostenibilità e sulle energie alternative. Un appello visivamente sconvolgente e profetico che dovrebbe suscitare una profonda riflessione e stimolare delle azioni concrete.

Consigliato per: scuole medie, scuole superiori, università, pubblico

Sito: www.oilcrash.com