Chi siamoLaREA FVGGoriziaPordenoneTriesteVisionario
Mediatecambiente.it

All posts tagged scuole elementari

La volpe e la bambina
[Francia, 2007, 90’]
Luc Jacquet

Una bambina dai capelli rossi durante una passeggiata nel bosco incontra una volpe, impara a conoscerla e ad amarla. Una storia sull’amicizia tra uomo e animale ma anche sui limiti di un rapporto che spesso sfocia nella possessione. Luc Jacquet, dopo “La marcia dei pinguini” del 2005, racconta una favola in maniera tradizionale. Immagini lente e una fotografia mozzafiato, accompagnano il pubblico tra i paesaggi maestosi di boschi e montagne.

Consigliato per: scuole elementari, medie, pubblico

Sito: www.lerenardetlenfant.com


Momo alla conquista del tempo
[Italia, 2001, 85’]
Enzo D’Alò

Il film, tratto dall’omonimo romanzo per bambini di Michael Ende, racconta la storia di Momo, giovane e simpatica ragazzina, che dovrà combattere contro gli Uomini Grigi che rubano il tempo agli umani, convincendoli a lavorare freneticamente trascurando riposo, passioni e affetti. Nell’era della globalizzazione e del consumismo dove tutto sembra accelerato, dove tutto dev’essere raggiunto in minor tempo possibile, dove sembra che le scelte devono essere fatte tutte nell’immediato, dove l’importante è la ricchezza materiale tralasciando la bellezza di tutto ciò che ci circonda, c’è chi sceglie di investire il suo tempo in successi materiali trascurando tutto il resto e chi si oppone a questa logica, andando contro corrente e impiega il suo tempo per la ricerca di una vita autentica.

Consigliato per: scuole elementari, pubblico


Natura e ambiente nei cartoni animati (percorso a spezzoni)

Perché non parlare di ambiente attraverso i cartoni animati? È questo l’obiettivo del laboratorio “Natura e ambiente nei cartoni animati: modi di guardare e vedere la natura da Walt Disney ai Simpson” curato dalla Mediateca Cinemazero di Pordenone in collaborazione con il Laboratorio di Educazione Ambientale dell’ARPA FVG.
Un viaggio nel mondo dei cartoons dagli anni 30’ fino ai giorni nostri. Partendo da un classico come Biancaneve e i sette nani, da una visione “disneyana” dell’ambiente dove la natura viene rappresentata con uno scenario idilliaco, un mondo incantato, lontano dalla realtà, all’interno del quale lo spettatore è portato a sognare e fantasticare, si passa ad affrontare di volta in volta diverse tematiche ambientali. Si parla del problema degli incendi grazie al cortometraggio Flower and Trees prodotto dalla Walt Disney nel 1932, per passare alla distinzione tra bracconaggio e caccia selettiva alternando Bambi (1942) e Boog & Elliot a caccia di amici (2006), la pesca e la capacità di carico degli ecosistemi marini con Pinocchio (1940) e Alla ricerca di Nemo (2003), le stagioni e il cambiamento climatico con The Grasshopper and the Ants, cortometraggio Disney del ‘34 e L’Era glaciale 2 – il disgelo (2006), arrivando alla favola ecologica spagnola La foresta magica (2001) dove il saluto tra animali ed alberi “che l’uomo ti ignori”, evidenzia la nostra responsabilità nei confronti della condizione attuale del pianeta. E ancora una riflessione sui sistemi di mobilità con Cars (2006), l’acqua come bene comune con Kirikù e la strega Karabà (1998) e la possibile scomparsa delle api responsabili del processo di impollinazione con Bee Movie (2007). Non poteva mancare un approfondimento su cibo, energia e rifiuti con La gang del bosco (2006) e ancora l’inquinamento da rifiuti e la sindrome NIMBY (Not In My Back Yard, lett. “Non nel mio cortile”) con l’ultimo film dei Simpsons (2007), fino ad arrivare a Robots (2005) per promuovere il riutilizzo dei materiali di scarto. Per concludere, uno spezzone tratto da Ant Bully – una vita da formica (2006). Il film parla di bambino che viene spesso fatto oggetto di atti di bullismo e, a sua volta, si sfoga con le formiche che vedono in lui “il distruttore della natura”, una figura mitologica espressione diretta del male. Per sconfiggerlo riescono a produrre una pozione magica che, iniettata nell’orecchio durante il sonno, lo rimpicciolisce e lo costringe a vivere nella colonia. Grazie alla “vita da formica”, il protagonista capisce che bisogna “farsi piccoli” e mettersi dalla parte della natura per comprenderla e rispettarla. “Uomo e natura possono coesistere in armonia”, esistono delle alternative sostenibili all’attuale modello di consumi che sta mettendo in crisi il pianeta terra e ognuno di noi può contribuire in modo concreto a migliorare la situazione, questo il messaggio finale con il quale si è voluto concludere il viaggio attraverso i cartoons. E se qualcuno obiettasse dicendo che è facile fantasticare attraverso i cartoni animati ma poi nella realtà le cose sono ben diverse? La risposta sta nelle parole dello stesso Walt Disney quando disse: “Tutti i sogni possono diventare realtà se solo abbiamo il coraggio di inseguirli”.

Consigliato per: scuole elementari


Robots
[animazione/USA, 2005, 90’]
Chris Vedge

“Perché essere tu quando puoi essere di più!”, è questo lo slogan pubblicitario utilizzato per convincere gli abitanti di Robot City ad acquistare nuovi componenti gettando via tutto ciò che è vecchio anche se ancora utilizzabile.
Ma Rodney Copperbottom, robottino geniale ma povero, che perde i pezzi ed è ormai abituato a ereditarli dai cugini ricchi, non ci sta. Trasferitosi a Robot City, aiutato dai Rusties, un gruppo di robot di strada che vive di espedienti, si ingegna per migliorare la vita dei suoi simili, iniziando prima di tutto a riparare e recuperare quelli che tutti ormai considerano solo scarti inutili.

Consigliato per: scuole elementari


Wall-E
[USA, 2008, 98’]
Andrei Stanton

Anno 2815. La vita sulla Terra sembra scomparsa. Un pianeta abbandonato e ridotto ad una discarica. L’unico superstite è Wall-e, ultimo esemplare di una serie di robot-spazzini oramai estinta, che passa le sue giornate a raccogliere e separare i rifiuti. Ma un giorno arriva dallo spazio la robottina Eve e il robot spazzino sente di aver trovato qualcuno con cui realizzare il suo sogno d’amore. Quando però Wall – e le dona un germoglio trovato in mezzo ai rifiuti, lei riparte per una destinazione sconosciuta. Wall – e non può perderla e si imbarca in un’avventura intergalattica che segnerà il destino dell’umanità.

Consigliato per: scuole elementari, medie, pubblico

Sito: www.disney.it/Film/Wall-E/